#unmesediartiste | Amanda Gorman


Dopo le Star Feminine Band, vorremmo raccontarvi la storia di un’altra giovane donna, la poetessa Amanda Gorman. 

Amanda nasce a Los Angeles nel 1998. La mamma, Joan Wicks, è insegnante di inglese e sembra abbia avuto un ruolo fondamentale nell’avvicinare Amanda alla lettura ed alla scrittura fin da bambina. In questo periodo le viene diagnosticato un disturbo dell'elaborazione uditiva che ha come conseguenze l’ipersensibilità ai rumori e la difficoltà nel pronunciare alcuni suoni e parole.

A sedici anni, su consiglio di un insegnante, partecipa al concorso per il Youth Poet Laureate di Los Angeles, concorso volto a favorire lo sviluppo di giovani talenti artistici. Amanda Gorman vince il concorso e colpisce l’attenzione della giuria per il carattere fortemente sociale dei suoi testi. L’anno successivo pubblica il suo primo libro di poesie, The One for Whom Food Is Not Enough.

Nel 2017 vince il titolo di National Youth Poet Laureate e nel gennaio 2021 è scelta dal nuovo presidente degli Stati Uniti Joe Biden per partecipare alla sua cerimonia di insediamento, con la poesia The Hill We Climb.

Amanda Gorman ha fondato l'organizzazione no profit One Pen One Page per fornire programmi di scrittura creativa e dare la possibilità di pubblicare i propri lavori ad altri giovani.

Oppressione, femminismo, razzismo, emarginazione e diaspora africana sono i temi fondamentali della sua poesia. 



Commenti

Post popolari in questo blog

Progetto "Chi è fuori dalla rete?". Computer gratis per associazioni ed enti no profit.

#unmesediartiste | Santina Portelli

Seconda edizione di RamingoRocks al Circolone